I bambini hanno letto e recensito
 
LOLA E IO di Chiara Valentina Segré
 
illustrazioni di Paolo Domeniconi
 
edizioni CAMELOZAMPA
collana:Le Piume
Con il patrocinio morale della 
Scuola Nazionale Cani Guida per Ciechi, 
Regione Toscana.
 
Questo libro utilizza un carattere tipografico speciale 
che facilita la lettura, in particolare ai bambini 
con difficoltà specifiche come la dislessia.

Giulia: Questo libro è bellissimo, mi ha fatto venire quasi le lacrime. È un libro speciale, speciale come la mia gattina. I disegni sono come messi in una nuvola e poi fotografati. Il libro ce lo ha portato Emma e la scrittrice le ha fatto una dedica. Possiamo invitare la scrittrice all’asilo? Può portare anche Stella? Il libro racconta l’amicizia tra Lola e Stella che però prima di diventare la migliore amica di Lola si chiamava Sasha. Stella accompagna Lola in tutti i posti, vivono insieme e fanno tantissime. Sono amiche, per me l’amicizia è una cosa speciale, importante, è come una pozione magica, solo io e Sofia conosciamo gli ingredienti. Lola non vede ma con Stella vedono il mondo insieme.
 
Gaia: Lola quando ha conosciuto Stella non voleva uscire perché aveva paura di tutto, anche dei rumori. Poi abbiamo scoperto che Lola non ci vede e Stella la aiuta come se fosse la sua mamma, si prende cura di lei. Anch’io mi prendo cura di mia sorella Fiore.
Emma Giulia: piano piano Lola inizia a uscire e a scoprire cose nuove. Lola ascolta la musica classica mentre Stella il rock. A me piace tutta la musica ma mi piace cantare. Basta un po’ di zucchero e la pillola va giù va giù…
Emma: a Lola piace il pesce mentre a Stella la carne, così una volta vanno da Giovanni quello che vende il pesce, a volte vanno da Mario che vende la carne. Anche a me piacciono le polpette anche con il sugo e all’asilo assaggio tutto. Il libro d Lola l’ho portato io all’asilo per leggerlo
 con i miei amici.
Margherita: Lola e Stella vanno a fare “sopping” come la mia mamma e qualche volta ci vado anche io. Per il mio compleanno vorrei una bicicletta di Rapunzel.
Tommaso: Lola (anche mia sorella si chiama Olivia e la chiamiamo Lola) e Stella vanno al parco. Io vado al parco Candia. È bello andare al parco, lì vedi i tuoi amici e corri tantissimo fino a quando le gambe fanno zig-zag.
Lorenzo: Lola e Stella mangiano la pizza e guardano la televisione insieme. Anch’io lo facevo con mia sorella Federica ma lei ora è in Lettonia a studiare ma a luglio tornerà e l’abbraccerò forte e starò sempre con lei come Lola con Stella.
Matteo: Lola e Stella quando erano al mare hanno incontrato un pittore di nome Michelangelo e le fa un ritratto. Che bello fare i ritratti ma devi stare fermo, immobile. Io in un laboratorio ho fatto anche un autoritratto.
Fulvio: poi in una pagina tutta nera del libro abbiamo scopeto che Lola era diventata cieca perché aveva fatto un brutto incidente, poi se giri pagina però vedi che Lola incontra la sua grande amica Stella. Tutte le storie finiscono bene anche se sono iniziate male.

Lascia un commento