Sabato 10 novembre 
Doremi Lab 
in collaborazione 
di

ha dato il via ad un laboratorio di design 
con la proposta di re-inventare 
il momento del pranzo.

 Doremi Design Lab
Part I

Collezionare visioni


Significati messi in scena
materiali, idee e domande.

Nella fase progettuale tutto quello che ci serve lo mettiamo in scena. 

Guardando i materiali ascoltando le risposte dei bambini ci è sembrato di entrare in una sorta di “camera delle meraviglie” dove il “mondo delle idee” può essere considerato da punti di vista diversi e inaspettati. 

Il proposito è stato quello di sviluppare un modo di avvicinare i destinatari del laboratorio attraverso momenti specifici di esperienza ricettiva. 

L’osservazione del materiale 
che i bambini avevano a disposizione 
ha preceduto la comprensione della loro funzione.


SOFIA: 
si può mangiare anche senza il piatto, la conchiglia diventa un piatto, 
la conchiglia con i semini del peperone può diventare una maracas. 


GIULIA: 
il sasso diventa un sottopentola, la conchiglia un piatto e le bacchette di cannella le posate che poi diventano un flauto e una lima per le unghie, se poi prendo un pezzo di legno grande e aggiungo le bacchette di cannella come gambe diventa un tavolino. 


GIOVANNI: 
la corteccia la posso usare come tagliere e la conchiglia 
come coltello per tagliare un peperone. 


MARGHERITA: 
la corteccia può diventare anche una chitarra o un violino.


Lascia un commento